Cremona DIA 2018

A cura di Gino Savaris

Anche quest'anno la giornata di apertura delle manifestazioni della nostra Associazione si è tenuta in Cremona, dove gli Amici del locale DLF per l'ennesima volta ci hanno accolto mettendoci a disposizione sala e attrezzature utili alle nostre proiezioni.
Come al solito alcuni rumori da parte di qualche Socio relativa alla disagiata sede scelta, qualche defezione legata a situazioni fisiche personali o di familiari e, novità in assoluto anche qualche rinuncia dovuta al periodo particolarmente freddo a seguito di arrivo di vento Siberiano denominato "Burian" previsto in Italia con perturbazione particolarmente intesa con temperature polari, venti gelidi, neve e pioggia.
Tutte cosa sacrosante e anche regolarmente verificatesi ma per quanti partiti da Milano l'unico vero riscontro è stato il vento gelido assai fastidioso; di tutto quant'altro previsto in quella giornata è rimasta unicamente la previsione.
Con un po' di coraggio in più la consueta pattuglia avrebbe sicuramente garantito una presenza maggiore per di più in una giornata dove si è riscontrato una insolita puntualità dei treni unitamente a mancanza di soppressioni dei medesimi come registrato nei due anni precedenti.
Fra gli Amici ferrovieri convenuti oltre all'immancabile Giorgio Ravara, una nuova presenza, Amico quanto mai speciale: Edoardo Ferrari.


Deposito di Cremona 3 Luglio 1983. Di spalle con la camicia chiara Edoardo Ferrari osserva il cavalier Forti e il macchinista Tessitore durante le fasi di verifica della 740.417 prima della corsa prova. (Foto D.Carsana)


Deposito di Cremona, Aprile 1980. Ferrari arriva per il controllo della 625.129 prima del trasferimento a Milano Greco; ma giunto a fianco del locomotore D 443.1019 lo osserva scrupolosamente prima che inizi il Servizio.


Stazione di Marcaria, Aprile 1980. Partenza per il rientro in deposito a Cremona, dopo corsa prova, della 740.329. (Foto G.Savaris)


Deposito di Cremona, Novembre 1977. La 880.006 è pronta al trasferimento al deposito di Milano Greco per effettuazione di un treno speciale. (Foto G.Savaris)


Marzo 1981, la 740.135 altra locomotiva ripresa mentre lascia il deposito di Cremona e in manovra nella sta- zione di Marcaria a seguito di corsa prova per reimmissione in servizio dopo RM. Entrambe. (foto G.Savaris)



Stazione di San Giovanni in Croce, 9 maggio 1979. Corsa prova dopo accantonamento semestrale per la 740.417. (Foto G.Savaris)

Un Ex Capo Tecnico dell'Officina F.S. degli anni 70' e 80' che prevalentemente si occupava delle riparazioni e revisioni delle locomotive a vapore che per anni, con una disponibilità e pazienza da santo uomo, non solo ha sopportato le frequenti incursioni fotografiche del sottoscritto e di qualche altro Socio nell'impianto ma pure ci ha agevolati nelle riprese fotografiche in linea fatte durante le corse prova di verifica di funzionalità per la reimmissione in servizio delle locomotive una volte ultimate le operazioni di revisione al carro e alla caldaia delle medesime.
Dopo aver esternato a Edoardo il nostro tardivo ma sincero ringraziamento per quanto fatto per la nostra esaltante passione ferroviaria, si sono aperte le danze con alcune immagini che il Presidente ha potuto scattare grazie alla disponibilità del convenuto e relative a quelle locomotive come la 740.417, 740.135, 625.129, 880.006 e 940.044 di cui si era occupato in quegli anni d'oro.
Si passa poi alle immagini di Silvio De Andrea con una carrellata interessantissima di vari mezzi, elettrici, diesel, vecchi e nuovi ancora in servizio nella rete delle DB ci diletta quanto mai.
Anche Silvio è una presenza qualificata che non solo ci mostra splendide immagini ma le accompagna sempre con una capacità oratoria tecnica e storica notevolissima che soddisfa generosamente qualsiasi domanda o curiosità nasca.


Munchen Riem 22 Agosto 2017. Treno merci a trazione diesel con locomotiva 247 047, della classe 66 di origi- ne inglese. L'operatore francese Euro Cargo Rail è entrato recentemente nell'orbita di DB. (Foto S. DeAndrea)


Regensburg, 22 Agosto 2017. Treno merci al traino della locomotiva DB 185 399. La sottoserie delle 185 è nu- merata dalla 001 alla 419 ma l'unità n.400 non è stata costruita. Forse è questo il motivo per cui DB e Bombar- dier hanno festeggiato la 399. (Foto S. DeAndrea)


Muchen Pasing, 24 Agosto 2017. La locomotiva 103 245, ultima della serie e ultima rimasta in servizio presso le DB, diretta all'HBF per trainare un Intercity. (Foto S. DeAndrea)

Ecco poi intervenire Hans Rosenberger, il nostro incredibile fotografo che ancora una volta ci delizia offrendo splendide immagini di Bosnia, Grecia e Francia passando oltre che tra differenti paesi attraverso il tempo.


Locomotiva 33 248 con Treno DGEG Tuzla - Banovici (Ljubace). (Foto H.Rosenberger)


Locomotiva 83 052 con Treno DGEG Sargan Vitasi - Visegrad (Tra Vardiste e Dobrun). (Foto H.Rosenberger)


Locomotiva 83 159 con Treno DGEG Oskova - Turja (Grivice). (Foto H.Rosenberger)


Agosto 1973, deposito di Larissa. Locomotive a vapore 580 e 10202. in attesa di servizio. (Foto H.Rosenberger)



Salonicco, Agosto 1973. Treno locale Salonicco-Drama. (Foto H.Rosenberger)


Agosto 1973, espresso "Akropolis" Monaco-Atene ripreso tra Idomeni e Salonicco. (Foto H.Rosenberger)


Agosto 1973, treno merci Idomeni-Salonicco. (Foto H.Rosenberger)


AGRIVAP X 4208 (ec SNCF) Treno DGEG Ambert - La Chaise Dieu (Arlanc). (Foto H.Rosenberger)


Chemin de Fer des Cévennes Utomotrice VH 24 Treno DGEG Anduze - St.Jean du Garde (Anduze). (Foto H.Rosenberger)


Chemin de Fer du Haut Forez. BB 63705 SNCF (CFHF) Treno str. DGEG La Chaise Dieu - Estivareilles (Presso Craponne). (Foto H.Rosenberger)


Voies Ferrées du Velay. Automotrice CFD 313 treno DGEG Saint Agrève - Raucoules Brosette (Devesete). (Foto H.Rosenberger)

Con tutte queste meraviglie i nostri occhi forse iniziano ad essere soddisfatti ma non va nello stesso modo per il nostro stomaco che comincia a rumoreggiare chiedendo anche la propria parte di soddisfazione.
Ecco quindi che le nostre visioni ferroviarie si interrompono e velocemente ce ne andiamo nella adiacente Birreria dove tra una portata e qualche bicchiere non mancano commenti su quanto prima visionato e con viva allegria dopo un'ora di intervallo continuiamo nelle nostre proiezioni.
La parte finale della giornata, come fatto anche negli ultimi due anni, ce la presentano i nostri cari Amici di Brescia, Chiodo e Abate.
Va detto che il nominato duo è assente per impegni familiari ma il buon Franco Faglia, altro Bresciano DOC diviene suo malgrado il presentatore di un buon DVD con filmati amatoriali girati nel 2017.
Ecco una splendida carrellata su quella manifestazione tenutasi in Abruzzo in settembre che ha visto coinvolte sulla linea "Siberiana" Locomotive a Vapore, locomotive Diesel e Automotrici in spettacolari convogli merci e passeggeri quali da tempo non vedavamo, a cui segue uno speciale tra Peschiera e Mantova trainato dalla splendida 640.143.
Non manca naturalmente per pareggiare il conto due corti con protagonisti le locomotive elettriche, una splendida visone di una doppia di E 428 in Liguria e la splendida E. 656.001 con un pesante convoglio speciale.
Al termine di questa proiezione, qui certamente non visionabile ma il DVD lo potete richiedere agli Amici di Brescia poc'anzi nominati, ci arrendiamo all'evidenza; è tardi e bisogna pur rientrare a casa.
Ci si lascia con il classico "arrivederci alla prossima" e con il caldo maturato in corpo per quanto vissuto nella giornata si può ben dire che nessuno dei partecipanti si è ricordato o ha sofferto il gelido vento Siberiano denominato "Burian".